Davide Labanti

Nome:Davide
Cognome:Labanti
Data e lugo di nascita:28/06/1977, Bologna
Professione:viglie del fuoco
Sport: Triathlon

Davide Labanti Keforma

 

 

Cari lettori, siamo qui Strategic Nutrition Center Bologna con un grande atleta e grande persona: Davide Labanti.
Assieme al dott. Bergami Lorenzo, Davide ci racconta che fin dai 5 anni di età era un bambino molto iperattivo! Per farlo relazionare con gli altri e per farlo stancare i genitori lo iscrissero a un corso di nuoto per bambini alla “Record”.
Da subito ebbe confidenza con l’acqua, non aveva timori: alla terza lezione infatti, ci racconta ridendo, che lo lanciarono direttamente in vasca grande ed entro 2 anni diventò già esordiente C; cominciò così a gareggiare prima per la “Record Nuoto Club” poi per il “CN Uisp”, squadra per la quale gareggia ancora come master.
Ci riferisce che però le gare lo innervosivano e che non era veloce.. non è mai stato uno sprinter infatti! Ha vinto qualche medaglia giovanile ai regionali, ma si definiva “scarso”.
Con le conoscenze che ha attualmente, ripensandoci, ammette di non aver avuto nessuno che gli facesse guardare lo sport dalla giusta prospettiva o che fosse in grado di cogliere il meglio delle sue caratteristiche.
Continua raccontandoci che deve la sua passione per le bici a suo padre e a suo nonno che lo misero sulla sua prima BMX, tutta cromata e con freni e copertoni rossi, e la prima bici da corsa, anch’essa rossa: era ed è il suo colore preferito infatti!
La bici, ci svela, è la sua passione da sempre: fin da bambino era appassionato di ciclismo; simulava infatti le crono di Le Mond e Delgado negli anni 89-90.
Un episodio che lo fa ridere è quando Emanuele, suo miglior amico, lo aspettava col suo motorino Cocis smarmittato…bei ricordi!
In merito alla passione della corsa, continua a raccontarci Davide, è arrivata sempre grazie all’input del padre: lui correva infatti le podistiche della domenica e Davide si aggregò da subito. Avendo smesso di gareggiare col nuoto, gli mancavano le competizioni e tutto il clima che gira attorno. Con età più matura e consapevole aveva meno ansia rispetto al passato e prediligeva soprattutto le gare di endurance.

In questo bellissimo clima sportivo conobbe molte persone, alcune delle quali sono diventate parte della sua vita. Una di queste, Enrico, ex triatleta, lo ha accompagnato anche come tecnico per i primi anni: è

stato infatti al contempo grande amico, grande maestro e grande compagno di allenamenti per lui!

Da quel tempo fino a tutt’ora, Davide, entusiasta, ci racconta che per lui il triathlon è una passione, uno stile di vita e al contempo è amicizia: ha infatti conosciuto, grazie a questa disciplina, la persona che lui oggi chiama “fratello”: Tony, compagno di squadra e atleta eccezionale.
I primi esordi di Davide come triatleta furono traumatici: ricorda, come se fosse ora, uno sprint a Fumane sotto un fortissimo diluvio dove non riusciva a “tenere le ruote” degli altri.
Successivamente grazie a tecnici esperti e amici è riuscito a fare qualche buon risultato nella sua categoria.
Come ogni atleta ha attraversato qualche momento di crisi fisica poiché aveva smarrito quel

focus verso il reale obbiettivo che per lui era il divertimento nel migliorare i propri limiti.
A tal proposito la gara che ricorda con più piacere è il “mezzo” di Mergozzo: era accompagnato dal suo amico Emanuele e faceva freddo, pioveva a dirotto: in quell’occasione andò forte perché il suo approccio alla competizione fu diverso!
Davide è anche una persona molto umile: infatti non si definisce un grande atleta ma ha comunque il sorriso sulle labbra perché nella vita ha la possibilità di fare ciò che ama: essere realizzato e partecipe di qualcosa di grande grazie al suo lavoro di vigile del fuoco e fare dello sport, sano sport.
Ci dice testuali parole: “Questo deve essere, secondo me, l’obbiettivo principale: essere sereni, felici e sentirsi appagati”. continua poi: “Il benessere psico-fisico è il punto zero, dal quale non si può prescindere; per questo anche la componente alimentare è fondamentale!” Qui in Strategic Nutrition Center, sottolinea guardando il Dott. Bergami, è riuscito a trovare quell’equilibrio e quel benessere unitamente al piacere di una cucina sana, equilibrata e soprattutto buona!
Il cronometro infatti per Davide è importante ma non fondamentale: è normale voler alzare sempre di più l’asticella, ma non si deve mai perdere di vista il benessere da tutti i suoi punti di vista.

Il su focus è cambiato radicalmente da più di anno comunque, purtroppo e per fortuna ci racconta. Purtroppo per la malattia di un caro amico porta infatti sempre con sé un bracciale, per sentirlo vicino; lo scorso anno a Sirmione infatti fece una bella gara e la dedica, naturalmente silenziosa e con lacrime annesse, fu automatica.
Il lato fortunato invece è che è ancora più legato allo sport e a delle fantastiche persone tra cui la sua fidanzata Elisa che lo supporta, lo sopporta e lo rende ancora più sereno.
Detto ciò, conclude dicendo che ha in mente obiettivi molto ambiziosi, ma che in ogni caso, comunque andrà, andrà sempre benissimo!

INTREGRAZIONE NUTRACEUTICA PERSONALIZZATA powered by Dott. BERGAMI LORENZO -Strategic Nutrition Center- in associazione con KeFORMA

BENESSERE-SALUTE
Colazione:
1 cpr Orovit + 1perla OMEGA 3 XXL
Cena:
1perla OMEGA 3 XXL

PERFORMANCE- ENDURANCE
3g CREATDE + 5g L-GLUTAMINE come segue:
settimana 1: pre WO e post WO
settimana 2: pre WO e post WO
settimana 3: pre colazione, pre WO e post WO
settimana 4: pre colazione, pre WO e post WO
settimana 5: pre colazione, pre WO, post WO e prima di cena
settimana 6: STOP

PRE-Workout:
5 KYORAM 1000 + come indicato sopra
During Workout:
1 AMINORACE ogni 45’ + al bisogno BIOMAG e/o FORCE 3
Post-Workout:
20g HYDRO GOLD 90 + 20g MALTO PLUS + 4 STRATO-GH + come indicato sopra