Somatotipi

Oggi introduciamo un concetto molto importante per poter capire quali tipi di integratori e nutraceutici possono essere più indicati per ogni singolo individuo.
Sappiamo che ciò che siamo (colore dei capelli, occhi, pelle, lineamenti,..) è dovuto al GENOTIPO ovvero espressione dei geni che i nostri genitori ci hanno trasmesso. E’ vero però che il GENOTIPO cambia e si esprime in modo diverso a seconda dell’AMBIENTE che frequentiamo e dello stile di vita ed alimentare che scegliamo di seguire; questo causa la FENOTIPIZZAZIONE del GENOTIPO, ovvero l’espressione del GENOTIPO in funzione dell’ambiente in cui viviamo al quale il nostro corpo si adatta esprimendo alcuni geni piuttosto che altri. Partendo da queste due caratteristiche all’inizio del ‘900 si identificarono i SOMATOTIPI, ovvero le caratteristiche genetiche che portano alla fenotipizzazione dell’individuo. In parole più semplici la tendenza di un individuo a sviluppare determinate caratteristiche fisiche e psicologiche in risposta all’ambiente in cui esso si trova.

 
Il somatotipo viene definito in base alle caratteristiche antropometriche del soggetto. William H. Sheldon, PhD, MD (1940) fu il primo ad introdurre il concetto di somatotipo, individuando la presenza in ciascun individuo di tre componenti distinte:

ENDOMORFICA
spalle strette e fianchi larghi, corpo molle, percentuale di grasso corporeo elevato, viscerotonico (tendenza ad accumulare grasso viscerale nell’addome e nei fianchi hanno grande forza del tronco centrale del corpo, tende a sviluppare sovrappeso Ginoide a Pera) – Ottimi atleti in sport di forza e combattimento a terra
MESOMORFICA
muscoloso, aspetto maturo, pelle spessa, postura corretta, somatotonico (spalle larghe con grande capacità di crescita muscolare ma anche di grasso, il cosiddetto Easy Gainer che tende a sviluppare sovrappeso Androide a Mela) – ottimi atleti in sport di forza e potenza esplosiva
ECTOMORFICA
aspetto giovanile, alto, poco muscoloso, intelligente, cerebrotonico (soggetti Hard Gainer dalla muscolatura difficile da sviluppare ma con grande qualità e definizione, spalla stretta e tendenza ad accumulo di grasso addominale) – ottimi atleti di endurance e sport da combattimento orientali

Sheldon attribuì anche tratti psichici ai diversi somatotipi:
– ENDOMORFI (estrosi, giovanili, espansivi, tolleranti, amanti del cibo, socievoli, bisognosi di affetto)
– MESOMORFI (coraggiosi, sicuri, decisi, amanti dell’avventura, del rischio e del pericolo, bramosi di potere, )
– ECTOMORFI (introversi, riflessivi, impacciati, ansiosi, con animo artistico)

Con queste conoscenze possiamo quindi capire meglio quali sono le nostre attitudini ma soprattutto quali sono le scelte da fare per allenarci in un modo rispetto ad un altro per ottenere l’obiettivo desiderato, quale stile alimentare scegliere e quali integratori possono essere più adatti di altri, insomma, una consapevolezza per dirigere al meglio ed in maniera vincente le nostre scelte per poter migliorare i limiti di ogni somatotipo, ma soprattutto per esaltare i talenti di ognuno di noi!

dott. Lorenzo Bergami

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X